Stampa

Unghie e taglio

Posted in Informazioni utili sui gatti

La crescita degli artigli del gatto è continua e compensa l'usura naturale. Il gatto può aggiustare la lunghezza e affilare i suoi artigli strofinandoli contro delle superfici rugose. I graffi sono dei marchi visuali e odorosi. Questo comportamento è per comunicare agli altri gatti l'appartenenza del territorio.
Per ovviare al problema dei mobili e delle poltrone/divani rovinati dal passaggio del nostro amico a 4 zampe, basta mettergli a disposizione un tiragraffi; questo, però, non deve essere messo in un punto qualsiasi della casa, ma in un punto ben visibile, “di passaggio”, dove sia visibile a tutti, perchè il gatto ama far vedere la sua firma.

Come effettuare il taglio

Tagliando le unghie al gatto si riduce la sua voglia di distruggere tutto quello che gli capita a tiro.
Il problema inizia quando si deve convincere l’animale a farsele tagliare; per ovviare alla probabile opposizione del nostro amico felino possiamo manipolarlo quando è rilassato o addormentato.
Possono essere usati sia gli appositi tagliaunghie acquistabili nei negozi per animali, sia i normali tagliaunghie per umani.
Per tagliare l’unghia bisogna premere delicatamente sul polpastrello fino ad esteriorizzarla; l’unghia si presenta trasparente, con ben evidente al centro il vaso sanguigno.
Il taglio deve asportare solo la punta dell’unghia senza andare a toccare il vaso (operazione semplice rispetto ai cani che presentano unghie scure nelle quali ne è impossibile la visualizzazione).
Si consiglia di effettuare il taglio ogni 2-4 settimane a seconda del grado di usura e della disponibilità/uso del tiragraffi.

Tratto da vegamani

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI