Stampa

Cura degli Occhi

Posted in Cura & Bellezza

I suoi occhi? Controllarli quotidianamente. Attenzione maggiore ai brachicefali e ai cani massicci (tipo mastini)
a cura di Micol Moracas

Gli occhi dei nostri cani vanno controllati quiotidianamente, per eliminare eventuali residui di lacrime indurite presenti agli angoli interni.

Come?

Basta usare del cotone idrofilo, della garza sterile o un panno di cotone inumidito con acqua tiepida (o infuso di camomilla, soluzione di acqua borica o prodotti specifici per la pulizia oculare dei pet) e passarlo delicatamente sugli occhi. Nel caso usiate del cotone idrofilo, deve essere ben inumidito, altrimenti rischia di lasciare dei fili nell'occhio del cane.

Alcune razze o tipologie di meticci necessitano di un'attenzione speciale:

1. I brachicefali, cioè i cani che hanno la testa corta e larga e il muso schiacciato (Bull Dog, Carlini, Pechinesi ecc. ).

2. I cani molto massicci (San Bernardi, Mastini, Bull Dog ecc.).

3. I cani a pelo lungo.

I cani con il muso schiacciato presentano una maggiore porzione di bulbo oculare esposta, in quanto in loro l'orbita è meno pronunciata. La chiusura della palpebra compie un arco molto più lungo per effettuare un'azione detergente dell'occhio, come è facile visualizzare. Per questa minore naturale "pulitura", l'occhio è più esposto ai traumatismi esterni e alla sporcizia e, quindi, a lacrimare di più.

Nei cani molto massicci, invece, la palpebra per gravità tende ad aprirsi verso il basso, causando spesso anche la cosidetta "ectropia", cioè la palpebra ruota verso l'esterno e lascia scoperta la congiuntiva (è la piccola membrana che unisce l'occhio alla palpebra) Anche in questo caso, quindi, polvere ed altri agenti esterni vanno a depositarsi sul fondo della congiuntiva.

Questa serie di fattori rendono gli occhi di questo tipo di cani più vulnerabili e a rsichio infiamamizoni ed infezioni. Più che mai per loro, la pulizia oculare deve essere quotidiana.

Anche i cani a pelo lungo necessitano di una pulizia regolare degli occhi. Nei momenti in cui la lacrimazione è eccessiva, i peli che si trovano sotto l'angolo dell'occhio restano troppo a lungo bagnati e così li ritroviamo pieni di crosticine.

Fonte: www.farminachannel.com

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI