Stampa

Fido in nave

Posted in In Viaggio

Grazie alla tolleranza delle nostre compagnie di navigazione, generalmente non è un problema portare i nostri cani a bordo di navi o traghetti destinati a brevi traversate: basta avere a portata di mano il certificato di buona salute.
Su alcune imbarcazioni esistono apposite gabbie o "canili di bordo", dove è obbligatorio rinchiudere il nostro cane se questo è di grossa taglia, mentre se è di piccola taglia può passeggiare tranquillamente sul ponte, tenuto al guinzaglio e dormire in cabina (prenotata per intero).
Alcune compagnie richiedono anche l'uso della museruola.
Per raggiungere la Corsica o la Sardegna il costo di trasporto è di circa 12.000, mentre, in genere, per l'Elba il trasporto è gratuito.

Fonte: www.tuttocani.it/v4.htm

In traghetto, istruzioni per la conduzione dei cani


Purtroppo solo una piccolissima percentuale delle compagnie di trasporto marittimo ci fa viaggiare in modo confortevole se abbiamo con noi Fido. Nella quasi totalità dei casi, il cane non potrà entrare nelle zone comuni nè nelle cabine, e la cosa vi costringerà ad un viaggio scomodo al sole oppure al freddo (dipende se viaggerete di giorno o di notte) su un ponte, a volte scoperto, e sarà necessario fare i turni per andare al bar ed in bagno o in qualsiasi posto sottocoperta. Perciò vi consigliamo di attrezzarvi per benino: vi servirà un pareo ampio da appendere in un angolo per l'ombra, o i sacchi a pelo per stare accanto a Fido nelle peggiori condizioni climatiche, oppure se avete deciso di mettere Fido in una gabbia/canile, dotate Fido di una ciotola enorme piena d'acqua, attaccate all'inferriata della gabbia un pareo in modo da ombreggiarne l'interno e fare in modo che Fido possa riposare indisturbato dal passaggio degli altri viaggiatori. Ovviamente, essendo i cani stipati uno di fianco all'altro nelle gabbie/canili, tenderanno ad abbaiare, perciò state vicino alla zona in ogni caso, perchè vi potrebbero venire a cercare perchè il cane dà fastidio a una qualche famigliola accampata sul ponte proprio là vicino... [ma guardate cosa ci tocca fare... ]
Se siete costretti a mettere il cane in una gabbia-canile, e se il cane tende a considerare subito "casa" il posto dove lo si mette e tende quindi difendere il territorio, oppure tende ad "assaggiare" gli sconosciuti se lo accarezzano attraverso un'inferriata (di solito lo mostrano anche a casa), appendete un cartello fuori dalla gabbia per evitare guai: qualcuno potrebbe essere attirato dal cane e beccarsi un morso accidentalmente, solo perchè il cane si sente giustamente stressato.

Non lasciate MAI Fido o Micio in macchina nel garage della nave !
Le temperature nelle stive sono altissime, e c'è moltissima umidità. Fido ne sarebbe soffocato a morte. Se si fa un breve viaggio in ferry, l'animale può anche restare in auto, se la stessa resta fuori all'aria aperta. Attenzione, sempre finestrini spalancati ed all'ombra. Altrimenti, non se ne parla. Per quanto riguarda i cani di piccola taglia, gatti, uccelli e pesci è comunque più facile che vengano lasciati entrare nelle cabine.

Su un traghetto della Moby Lines, con Chaac e Ken-di, nel 2006, al ritorno dall'Isola d'Elba. Siamo riusciti a stare anche all'interno, ovviamente sempre con i bau al guinzaglio, e stando per metà viaggio in zone non moquettate, sebbene abbiamo la buona abitudine di fare "svuotare" il pancino ai cani prima di salire in traghetto, e in questo caso il tempo di traversata è di una sola ora... In ogni caso, non trattandosi di mare aperto su questa tratta, il vento è sopportabile ed il viaggio, anche all'esterno, è stato confortevole.

Fonte: www.dogwelcome.it/index.php?pkg=tra...one&idSezione=2

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI