Stampa

Passaporto obbligatorio solo per cani, gatti e furetti

Posted in Leggi

Sia per i viaggi in Paesi comunitari che extra Unione Europea. Disposizioni più restrittive per alcuni Paesi. Incredibili costi differenziati da Regione a Regione.

1 ottobre 2004
Cani gatti e anche furetti, oramai ritenuto animale domestico , non potranno più viaggiare all'estero senza il passaporto.
Lo stabilisce una disposizione europea sul trasporto degli animali .
A garanzia di una una maggiore sicurezza sanitaria, il Regolamento comunitario 998/2003 sancisce l'obbligo del passaporto attestante la vaccinazione antirabbica e gli altri eventuali trattamenti subiti dall’animale ma, in caso di mete come Irlanda, Gran Bretagna, Malta e Svezia dovrà ancora essere fatto il test immunologico di verifica degli anticorpi dopo almeno venti giorni dalla vaccinazione antirabbica. Regola questa che vale anche per altri Paesi extra UE.
Il passaporto accompagnerà l'animale per tutta la vita e dovrà contenere i dati anagrafici dell'animale, nome, specie, sesso, colore del mantello e data di nascita, il numero di microchip (già in vigore in molte regioni), vaccinazione antirabbica.
Il formato deve essere uniforme come il colore della copertina: blu con stelle gialle nel quarto superiore, conformemente alle caratteristiche dell' emblema europeo. Sotto il simbolo Ue la dicitura in blu su sfondo bianco Unione Europea e, subito sotto, il nome dello stato membro. A centro copertina l'intestazione: ''Passaporto per animali da compagnia''. A rilasciare il passaporto sono i veterinari delle Asl, vaccinazione antirabbica e microchip potranno essere effettuate da un veterinario libero professionista, per il microchip il professionista dovrà essere autorizzato dal Servizio veterinario regionale.

Il passaporto deve essere redatto nella o nelle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio; i termini Unione europea e il nome dello Stato membro di rilascio devono essere stampati con caratteri simili; sulla copertina del modello di passaporto deve essere stampato il numero del passaporto, ossia il codice ISO dello Stato membro di rilascio seguito da un numero unico. Per quanto riguarda le informazioni, queste devono essere fornite nella o nelle lingue ufficiali dello Stato membro di rilascio e in inglese; la dimensione e la forma delle caselle del modello di passaporto sono indicative e non vincolanti.
Oltre all'antirabbica (sezione IV) ci sono gli spazi riservati anche per il trattamento anti-zecche e contro l' echinococcus.

Per saperne di più:
Polizia di Stato: www.poliziadistato.it/pds/cittadino...rto_animali.htm
Dott. ssa Gilda La Bruna: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: www.animali.com

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI