Stampa

Trattamento della rottura del legamento crociato craniale

Posted in Agopuntura

Trattamento della rottura del legamento crociato craniale del cane mediante agopuntura

Lo scopo del lavoro è quello di comparare il recupero funzionale dell’arto
affetto da rottura del legamento crociato craniale mediante trattamento
Agopunturale ed in assenza di trattamento.

La struttura del ginocchio è abbastanza complessa ed è formata da: Segmenti
ossei, Legamenti, Strutture fibro-carrtilaginee. Questa è un’articolazione in cui
i movimenti sono condizionati e controllati dai tendini poiché i due segmenti
ossei principali, femore e tibia non sono congrui e i condili femorali appoggiano
sul plateau tibiale con l’interposizione dei due menischi.

In questo quadro anatomico la funzione del legamento crociato craniale è
quella di limitare la rotazione interna e la dislocazione della tibia rispetto al
femore ed impedire l’iperestensione.
In caso di rottura del legamento crociato craniale non trattato chirurgicamente
si sviluppano lesioni artrosiche nel giro di poche settimane; nel 50% dei casi si
ha anche una lesione meniscale.

Vari autori segnalano che con un confinamento rigoroso per 4-8 settimane si
ha un recupero funzionale soddisfacente in cani di peso inferiore a 20 Kg..
I segni clinici che caratterizzano la patologia sono: Mancato appoggio o zoppia,
algia. Vari sono i tests specifici per la diagnosi certa della patologia.
La terapia d’elezione per la rottura del legamento crociato craniale è
l’intervento chirurgico di cui esistono molteplici tecniche che però non sono
trattate nel lavoro.
I pazienti sono stati selezionati in base al rifiuto totale del proprietario
all’intervento o in base allo stato fisico dei pazienti, ad esempio grosso rischio
anestesiologico.
Dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese la rottura del legamento
crociato craniale si può inquadrare come una sindrome Bi o Sindrome
Ostruttiva Dolorosa. La sua eziologia è dovuta all’invasione di Fattori Patogeni
Esterni quali vento, freddo, umidità.

La Sindrome Ostruttiva Dolorosa è diversificata in cinque forme: da Vento o
Migrante, da Umidità o Fissa, da Freddo o Algica, da Calore , delle Ossa.
La rottura del legamento crociato craniale si può inquadrare nella Sindrome Bi
da Freddo che è caratterizzata da dolore intenso ad un muscolo o ad
un’articolazione con limitazione del movimento ed è di solito monolaterale.
Il trattamento della Sindrome Bi è volto ad espellere i Fattori Patogeni che
hanno invaso i Meridiani e a togliere il blocco del Qi e del Sangue. Questo
trattamento si può eseguire usando punti distali, locali, adiacenti,in base alla
sindrome, generali.

Materiali e metodi: si sono impiegati aghi 0.30x30 mm. e aghi 0.20x15 mm. e
moxa.I punti di infissione sono stati standardizzati in modo da ottenere dei
risultati costanti e ripetibili. Non si sono volutamente trattate eventuali
patologie concomitanti. Secondo la Medicina Tradizionale Cinese questo tipo di
approccio non è corretto, d’altronde era necessario seguire uno schema rigido
per rendersi conto dell’effettivo beneficio dell’Agopuntura in questi casi.
Si sono usati i seguenti punti: BL 60 in transfissione con KI 3. GB 34, SP9,
Xiyan punti locali fuori meridiano. La moxa non è stata usata nella fase acuta
ma trascorsi circa 15 giorni dall’evento.Le sedute sono state due la settimana
per tre settimane.

I casi clinici trattati sono ormai una trentina, i pazienti avevano un peso
variabile da 2.5 e 45 Kg.
In tutti i casi trattati si è notato un precoce appoggio dell’arto, la scomparsa
della dolorabilità e la stabilizzazione dell’articolazione quasi sempre in tre
settimane, non è stato necessario il confinamento e non si sono osservati
affetti collaterali di nessun genere.
Maurizio Tomassini
20033 Desio- Milanovia
Milano, 214
Tel. ++39-362 629375
Fax ++39-362 300081
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI