Stampa

E’ arrivata l’estate: animali in viaggio e omeopatia

Posted in Omeopatia

Quando arriva l’estate è bene organizzarsi in tempo per portare i nostri animali in viaggio, sia per adempiere agli obblighi previsti dalla regolamentazione sanitaria, sia per rendere il viaggio e il soggiorno più facile e gradevole possibile.


Indicazioni omeopatiche


I problemi legati al viaggio possono essere dovuti alle cinetosi. Per cinetosi si intende quella serie di disturbi che sopravvengono a seguito di spostamenti o viaggi su mezzi di trasporto quali navi, aerei, treni, automobili. Il disturbo è dovuto ad una eccessiva stimolazione delle delicate strutture dell’equilibrio situate nell’orecchio interno (apparato vestibolare), quando il corpo è sottoposto a sollecitazioni rapide come quelle indotte dal movimento. I sintomi più comuni comprendono uno stato di malessere generale, pallore, ansietà, a cui seguono spesso nausea e vomito ripetuto, a volte feci molli e diarrea. Alcuni animali possono avere un rallentamento della frequenza del ritmo del cuore, abbassamento della pressione del sangue, abbondante eliminazione di urina e disidratazione.

L’omeopatia può aiutare questi sintomi somministrando: Cocculus indicus 200 K monodose prima della partenza ed eventualmente durante il viaggio; Tabacum 200 k monodose se i sintomi della nausea e del vomito sono predominanti. In commercio esitono dei prodotti specifici che possono essere di grande utilità come il Cocculine in forma di compresse e di dosi monouso, da prendersi prima e durante il viaggio, oppure il Chinebior in gocce da somministrare prima e durante tutto il viaggio.

Un altro problema legato al viaggio è il caldo. E’ bene programmare delle fermate in luoghi tranquilli e freschi per poter far bere il cane e dargli la possibilità di fare in bisogni. Per il gatto che solitamente viene trasportato in gabbie di varie misure, la temperatura dell’auto è fondamentale. Quindi, quando è possibile è bene mantenere acceso il condizionatore interno del veicolo. Può succedere che alla fine di un viaggio la’nimale prensenti sintomi di malessere. Se compaiono vomito e diarrea di può somministrare Nux vomica 200 CH 3 granuli 3 volte al giorno, facendo attenzione a non trascurare problematiche serie come il ‘colpo di calore’ per cui è necessario contattare il veterinario più vicino in tempi brevi. A volte può succedere che una temperatura troppo bassa del condizionatore provochi sintomi da raffredamento con insorgenza di rinite, starnuti, tosse lieve, malessere generale e febbre. Per queste evenienze può essere utile somministrare Aconitum napellus 200 K monodose oppure Eupatorium perfoliatum 200 K., senza dimenticare di contattare il veterinario più vicino.

 

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI