Stampa

Mastite

Posted in Sessualità e Gravidanza

La mastite è un’infiammazione di una o più ghiandole mammarie che può colpire sia le cagne che le gatta più facilmente dopo il parto o una pseudogravidanza.

Generalmente è più frequente nella cagna e le mammelle più colpite sono le inguinali (perché sono quelle più sviluppate e irrorate dal sangue).

Tale patologia può essere causata da infezioni della mammella; microtraumi prodotti dai dentini e dalle unghie dei cuccioli durante
I ‘allattamento; un ancoraggio inadeguato al seno materno da parte dei cuccioli; una frequenza troppo bassa delle poppate o una suzione inefficace; ferite penetranti a carico della specifica ghiandola mammaria; ristagno di latte.

Come riconoscerla
A seconda del numero di ghiandole interessate e dello stadio della malattia, i sintomi potranno riguardare solamente la ghiandola colpita o avere ripercussioni sistemiche; quindi le mammelle si presenteranno dure, gonfie, calde e dolenti da cui, oltre al latte, potrò uscire del materiale sieroemorragico o purulento; se non si interviene prontamente si verrà a formare un ascesso a livello ghiandolare con formazione di fistole che dreneranno il pus all’esterno.

A tutto questo si possono aggiungere febbre, inappetenza, abbattimento e una condizione di malessere generale dell’animale.

FACEBOOK



Condividici sui Social

Instagram

Instagram

BANNER

 

Vuoi inserire il tuo banner?

CONTATTACI